Copyright e diritto d’autore per la fotografia di matrimonio e in generale.

copyright-symbol

 

 

 

 

tratto da Wikipedia

Il diritto d’autore considera fotografie ai fini della tutela relativa “le immagini di persone o di aspetti, elementi o fatti della vita naturale e sociale ottenute col procedimento fotografico o con processo analogo”.

Spetta al fotografo, salvo deroghe relative ai ritratti fotografici, il diritto esclusivo di riproduzione, diffusione e vendita. Tuttavia se l’opera è stata ottenuta nel corso e nell’adempimento di un contratto d’impiego o di lavoro, il diritto esclusivo spetta al datore di lavoro. La durata del diritto sulla fotografia è di venti anni.

Il diritto tutela anche la privacy del soggetto fotografato. Infatti, è permessa la diffusione di fotografie senza il permesso del soggetto solo nel caso dipersonaggio pubblico, inteso come persona che, per lavoro o carica istituzionale, è noto al pubblico, o nel caso la persona sia ritratta nel corso di eventi aperti al pubblico (ad esempio se una persona partecipa ad una manifestazione sportiva). Negli altri casi, il fotografo titolare dell’opera deve ottenere il permesso (chiamato liberatoria) alla pubblicazione (intesa anche come esposizione ad una mostra) da parte del soggetto.

Sono particolarmente interessanti le argomentazioni pro e contro la libertà dell’arte, particolarmente per quanto riguarda le foto prese per strada per documentare la vita di una città.

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in Fotografia, Varie
2 commenti su “Copyright e diritto d’autore per la fotografia di matrimonio e in generale.
  1. annamaria scrive:

    Salve, il fotografo del nostro matrimonio, alla consegna dell’album fotografico, si rifiuta di consegnarci il CD delle foto e non ci garantisce l’archiviazione delle stesse per un periodo superiore a 5 anni.
    In questo caso il fotografo è tenuto a fornirci copia del materiale fotografico? Grazie

  2. Norman scrive:

    Ciao.
    Tecnicamente lui è il proprietario dei diritti della fotografia. In base a questo concetto la procedura in genere è la seguente:
    Fa le foto.
    Le scarica, le converte, le elabora, e fa un cd di immagini a bassa risoluzione con un watermark (scritta semitrasparente) che vi lascia, tanto non riuscireste a stamparle. Alcuni le chiamano provini, altri thumbnails.
    Voi scegliete le foto e gli commissionate il lavoro per fare l’album con le foto che avete scelto.
    Lui però è il titolare die diritti, quindi per 5 anni può tenersi le fotografie originali e se voi volete delle stampe aggiuntive le potete far fare solo a lui.
    Dovreste accordarvi con lui perchè al termine dei 5 anni vi dia i dvd con le foto originali (alta risoluzione).

    Legalmente funziona così, anche se spesso molti professionisti sono piuttosto evasivi nello spiegare agli sposi come funziona il copyright.
    Io sto cercando di capire se sia possibile fare il fotografo per cerimonie facendomi pagare per fare il lavoro, per elaborare il tutto e dare poi la scelta agli sposi. O faccio io l’album con le selezionate o do loro semplicemente il dvd, e poi penseranno loro a stamparle.
    Cederei loro i diritti insieme alle foto originali.